COMUNE DI FAENZA

 
Premio Europa 1968

 

Settore Sviluppo economico

e Politiche europee

 

  Indice dei procedimenti  
 
Alberghi e altre strutture ricettive - Bed and Breakfast - Attività saltuaria di alloggio e prima colazione: segnalazione certificata di inizio attività
   
Servizio: Sportello unico per le attività produttive
Indirizzo: Piazza Rampi, 7
Telefono: 0546 691263
Fax: 0546 691264
E-mail: maurizio.marani@comune.faenza.ra.it
PEC: comune.faenza@cert.provincia.ra.it
Responsabile procedimento: Maurizio Marani

Procedimento per il quale, per l’inoltro, è previsto l’utilizzo esclusivo della modalità telematica

 
Chi è interessato al servizio?

Coloro che intendono offrire presso la propria abitazione di residenza e dimora un servizio di alloggio e prima colazione in non più di 3 camere e con massimo 6 posti letto, con carattere saltuario o per periodi ricorrenti stagionali.
 

Quali richieste può presentare
Segnalazione certificata di inizio attività indirizzata al Comune.
 
Quali effetti avrà la richiesta?

L’attività può iniziare immediatamente con la presentazione della segnalazione certificata. Il Comune ha 60 giorni di tempo per effettuare i controlli in ordine ai presupposti e ai requisiti e può adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, salvo conformazione dell’attività entro un termine.
 

Quali atti e documenti sono richiesti?
Esistono tempi da rispettare?

Non esistono periodi particolari in cui deve essere presentata la segnalazione certificata.
La segnalazione va presentata prima di iniziare l’attività.
 

Ci sono costi o tariffe previsti?

Nessun costo per quanto di competenza del Servizio SUAP.
 

Ci sono limitazioni?

Non sono previsti contingenti o limitazioni.
L’attività deve essere svolta nel rispetto delle normative vigenti.
La permanenza degli ospiti non può superare i 60 gg. consecutivi e deve intercorrere un periodo non inferiore a cinque giorni per poter rinnovare il soggiorno allo stesso ospite. Il periodo di disponibilità all’accoglienza non può essere superiore a 120 giornate di apertura anche non continuative o a 500 pernottamenti (persone per notte) nell’arco dell’anno solare.
 

Normativa:
- L 16/2004
- Art.19 L. 241/90.
 
Altre notizie:
Procedimento particolarmente complesso per cui si invita il richiedente a rivolgersi al Servizio SUAP

 

Aggiornata al 21 febbraio 2013