COMUNE DI FAENZA

 
Premio Europa 1968

 

Settore Sviluppo economico

e Politiche europee

 

  Indice dei procedimenti  
 
Feste e spettacoli - Teatri e luoghi di pubblico spettacolo: domanda di agibilità permanente per locali di pubblico spettacolo con capienza superiore a 200 persone
   
Servizio: Sportello unico per le attività produttive
Indirizzo: Piazza Rampi, 7
Telefono: 0546 691269
Fax: 0546 691264
E-mail: maurizio.marani@comune.faenza.ra.it
PEC: comune.faenza@cert.provincia.ra.it
Responsabile procedimento: Maurizio Marani

 
Chi è interessato al servizio?

Coloro che intendono aprire un locale permanente di pubblico spettacolo: teatro, cinema, sala da ballo, ecc.
 

Quali richieste può presentare

Locali e o impianti con capienza superiore alle 200 persone
Domanda in carta semplice, indirizzata al Sindaco, corredata dalla documentazione tecnica relativa ai locali per l’esame e il parere preventivo sulla realizzazione della Commissione competente; la Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, (C.T.P.V.L.P.S.) è competente per le sale da ballo con capienza superiore alle 5.000 persone e per le sale cinematografiche o teatri con capienza superiore alle 1.300 persone; la Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di pubblico spettacolo per i locali con capienza inferiore.
A lavori terminati, dovrà essere richiesta al Comune (Settore Sviluppo economico e Politiche europee – Sportello unico per le attività produttive) la visita di sopralluogo da parte della Commissione competente.
A seguito dell’esito favorevole del sopralluogo e una volta acquisito il certificato di prevenzione incendi occorre richiedere il rilascio della concessione di agibilità, ai fini del pubblico spettacolo, dei locali in cui sarà svolta tale attività, in carta da bollo.
 

Quali effetti avrà la richiesta?

1)

Accoglimento o rigetto entro il termine di 60 gg. salvo sospensione nei casi di irregolarità o incompletezza riscontrati.

2)

L’espressione del parere tecnico di competenza da parte della C.T.P.V.L.P.S., (per i locali da ballo con capienza superiore a 5.000 persone e/o sale cinematografiche o teatri con capienza superiore alle 1.300 persone ) o della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo (C.C.V.L.P.S.) sul progetto presentato, al quale, se favorevole, seguirà la verifica effettuata dalla Commissione competente attraverso un sopralluogo. L’esito positivo del sopralluogo è condizione determinante per il rilascio dell’agibilità.
 
Quali atti e documenti sono richiesti?

1)

Alla domanda di esame progetto per la concessione di agibilità vanno allegate due copie in originale della documentazione tecnica, redatta da un tecnico abilitato in modo conforme a quanto prescritto dal DM 04.05.1998.

2)

Alla domanda di rilascio dell’agibilità devono essere allegati:
- fotocopia della carta di identità;
- marca da bollo;
- copia certificato prevenzione incendi.
 
Esistono tempi da rispettare?

Termine per la conclusione del procedimento previsto dalla Carta del Servizio: 60 gg.
 

Ci sono costi o tariffe previsti?

- Spese della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo;
- Una marca da bollo per il rilascio dell’agibilità.
 

Ci sono limitazioni?

L’attività deve essere svolta in conformità alle normative edilizio- urbanistiche, tecniche, igenico-sanitarie, di prevenzione incendi e di sicurezza.
Non vi sono contingenti o pianificazioni di settore.
La relazione del tecnico professionista supplisce al sopralluogo della CTCVLPS ma non dall’espressione del parere della stessa sul progetto.
 

Normativa:
- Art. 80 TULPS;
- DPR 407/1994 all.1 (n.53);
- Circolare 800/1993 della Prefettura di Ravenna;
- DM 19/8/1996;
- DPR 311/2001;
- DPR 37/1998;
- DM 4/5/1998;
- Atto CC 3327/311 del 15/07/2004 “Regolamento per l’organizzazione e il funzionamento della C.C.V.L.P.S.”;
- Atto GC 3071/278 del 29/06/2004 “Spese di funzionamento e compensi ai membri della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.
 
Altre notizie:
Nessuna.

 

MODELLI - Ad ogni procedimento contenuto in ciascuna tipologia è associato un modulo predisposto in due diversi formati:
- .PDF in Acrobat, per la stampa del modulo vuoto
- .DOC in Word, per la compilazione facilitata su PC

Aggiornata al 21 marzo 2014