leo_02.jpg (6952 byte)

logo_suap_rgb.jpg (41446 byte)

COMUNE DI FAENZA

certificazione di qualitÓ

Premio Europa 1968

ISO 9001: 2000

Settore Sviluppo Economico


home  >  regolamenti e norme > concessione contributi

Scarica file regolamento contributi - 20 kb - documento PDF

Regolamento
per la concessione di contributi e di benefici economici diversi nel settore dello sviluppo economico e turistico

Adottato con delibera C.C. n 2273/105 del 29.05.2008

Articolo   1 Oggetto del regolamento e finalitÓ
Articolo   2 Ambiti di intervento
Articolo   3 Soggetti beneficiari dei contributi e dei benefici economici
Articolo   4 Requisiti e criteri
Articolo   5 Assegnazione di contributi a seguito di domande
Articolo   6 Liquidazione dei contributi
Articolo   7 Assegnazione di contributi a seguito di convenzione

 

Art. 1 - Oggetto del regolamento e finalitÓ

1.

Il presente regolamento disciplina la concessione di sovvenzioni, contributi, vantaggi economici a soggetti pubblici e privati per lo svolgimento di attivitÓ e la realizzazione di iniziative nel settore dello sviluppo economico e turistico in esecuzione del Regolamento Generale per la concessione del patrocinio e per l’erogazione di finanziamenti e benefici economici ad enti pubblici e soggetti privati, di cui all’atto C.C. n. 8607/606 del 10/10/1991, modificato atto C.C. n. 9793/377 del 5/12/1994, , ex art. 12 Legge 07/08/1990 n. 241.
2. La finalitÓ della concessione di sovvenzioni, contributi e vantaggi economici a soggetti pubblici e privati nel settore dello sviluppo economico e turistico ha lo scopo di favorire la sussidiarietÓ orizzontale e incentivare la realizzazione di attivitÓ sinergiche con gli obiettivi strategici di sviluppo e promozione della cittÓ posti dai programmi comunali
inizio pagina

Art. 2 - Ambiti di intervento

1.

I contributi di cui all’art. 1 sono concessi a sostegno di:
a) attivitÓ, finalizzata allo sviluppo economico dell’territorio;
b) attivitÓ finalizzata alla promozione economica e turistica del territorio;
c) attivitÓ finalizzata alla nascita e sviluppo di nuove imprese e alla promozione della cultura imprenditoriale;
d) attivitÓ finalizzata all’erogazione di servizi di informazione e accoglienza turistica;
e) attivitÓ finalizzata allo sviluppo della cultura di un’economia sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale;
f) attivitÓ finalizzata al sostegno e alla promozione dell’artigianato artistico;
g) attivitÓ finalizzata all’animazione e alla promozione del centro storico;
h) attivitÓ culturali, mercatistiche e fieristiche con rilevanza turistica.
inizio pagina
Art. 3 - Soggetti beneficiari dei contributi e dei benefici economici

1.

I contributi e i benefici economici sono concessi a:
a) soggetti pubblici e privati, con sede e/o operanti nel territorio comunale o a favore del territorio comunale;
b) soggetti, senza fini di lucro, non residenti nel territorio comunale, per attivitÓ, iniziative mirate e di pubblico interesse, realizzate nel territorio comunale o a favore del territorio comunale a beneficio dello sviluppo economico e turistico faentino
c) soggetti scelti come partner dall’Amministrazione comunale per la realizzazione di progetti di interesse pubblico, di vasto impegno organizzativo e con significative ricadute a favore dello sviluppo economico e turistico del territorio faentino
inizio pagina

Art. 4 - Requisiti e criteri

1.

Di norma le attivitÓ e le iniziative beneficiarie dei contributi comunali devono avere sede nel territorio comunale. Possono essere concessi contributi per attivitÓ e iniziative che si svolgono fuori del territorio comunale se esse hanno tra gli obiettivi anche la valorizzazione dell’immagine e la promozione di Faenza presso altri territori o mercati, e comunque lo sviluppo economico e turistico del territorio faentino.

2.

I contributi saranno prioritariamente assegnati alle attivitÓ o iniziative che:
a) siano funzionali a una progettualitÓ, generale o mirata, coordinata dall’Amministrazione comunale;
b) siano il risultato di una concertazione fra pi¨ soggetti promotori o organizzatori, nel qual caso il contributo potrÓ essere assegnato al soggetto capofila dell’attivitÓ, o del progetto, oppure potrÓ essere ripartito fra tutti, o alcuni dei soggetti organizzatori in quantitÓ proporzionale alla percentuale di apporto all’organizzazione dell’attivitÓ o del progetto.

3.

I contributi e i benefici potranno essere assegnati:
a) a seguito di domande;
b) a seguito di convenzione tra il Comune e il soggetto beneficiario.
inizio pagina

Art. 5 - domande

1.

I soggetti di cui al precedente art. 3, che intendano chiedere l’assegnazione di contributi per gli ambiti di intervento previsti all’art. 2, presentano la domanda al Comune per attivitÓ e iniziative da realizzarsi nel medesimo anno o nell’anno successivo.

2.

La domanda di contributo deve contenere le seguenti informazioni:
a) dati anagrafici e fiscali del soggetto richiedente, dati anagrafici del legale rappresentante;
b) programma dell’attivitÓ e/o dell’iniziativa;
c) relazione illustrativa contenente tutte le informazioni utili per una valutazione dell’attivitÓ e/o dell’iniziativa;
d) quadro economico previsionale dell’iniziativa nel quale siano evidenziate spese e entrate;
e) eventuali allegati esplicativi.
3. I contributi sono concessi nella misura massima del 50 (cinquanta) % della spesa per l’attivitÓ e/o l’iniziativa riconosciuta ammissibile a contributo, sulla base degli indirizzi e dei criteri previsti nella Relazione previsionale e programmatica dell’anno in cui si svolge l’attivitÓ e/o l’iniziativa, tenendo conto degli ambiti di intervento di cui all’precedente art. 2.
4. Sono ammesse deroghe al tetto percentuale di contributo erogabile, di cui al precedente comma 3, nel caso di attivitÓ e/o di iniziative che sono inserite in un contesto di collaborazione con l’Amministrazione comunale.
5. E’ sempre facoltÓ della Giunta comunale, nelle sue competenze di alta amministrazione, formulare indirizzi agli Organi gestionali per l’assegnazione dei contributi, tenendo conto degli indirizzi pi¨ generali eventualmente stabiliti dal Consiglio comunale e dal presente regolamento.
inizio pagina
Art. 6 - Liquidazione dei contributi

1.

La liquidazione dei contributi Ŕ effettuata con determinazione del Dirigente di Settore a seguito di presentazione da parte del soggetto beneficiario della relazione di consuntivo accompagnata da idonea documentazione.
2. Su richiesta del beneficiario pu˛ essere erogata una quota fino all’80 (ottanta) % del contributo assegnato entro 60 giorni dalla presentazione della specifica domanda.
3. In casi particolari, su specifica e motivata richiesta del soggetto beneficiario e in conformitÓ agli indirizzi e direttive della Giunta comunale e del Sindaco, il competente Dirigente del Settore, pu˛ disporre modalitÓ diverse di liquidazione del contributo rispetto a quanto disposto dai precedenti commi 1 e 2, fatta salva la presentazione della relazione finale di consuntivo accompagnata da idonea documentazione.
inizio pagina
Art. 7 - Assegnazione di contributi a seguito di convenzione

1.

La Giunta comunale pu˛ approvare convenzioni con i soggetti di cui all’art. 3 del presente regolamento, per disciplinare lo svolgimento di attivitÓ e iniziative di particolare rilevanza e complessitÓ, attuate con continuitÓ e in stretta collaborazione con il Comune e con sinergia con i programmi e gli obiettivi stabiliti dal Comune, anche in relazione ai propri compiti istituzionali.

2.

Nella convenzione dovranno essere stabiliti gli obblighi delle parti, i criteri e le modalitÓ per l’assegnazione e l’erogazione dei contributi, in coerenza con quanto stabilito dal presente regolamento.
inizio pagina

 

home.gif (2053 byte)

home_po.gif (875 byte)

sito_economia.gif (934 byte) sito_faenza.gif (3098 byte) logo_sit.gif (1490 byte)

e_mail.gif (1051 byte)

Aggiornata al 13 agosto 2008